Comunità Montana della Carnia

Benvenuti nel sito della Comunità Montana della Carnia

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comunità Montana della Carnia > Uffici > Tributi

Inizio e variazione di attività di pubblicità a Forni Avoltri

Oggetto Inizio e variazione di attività di pubblicità a Forni Avoltri
Area tematica Imposte e tasse
Descrizione Questo procedimento si avvia prima di iniziare, modificare o cessare una qualsiasi attività di pubblicità diversa dall'affissione di manifesti e dalla distribuzione di volantini, soggetta al pagamento dell'imposta sulla
pubblicità.
Responsabile procedimento Angelique Gagliolo
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma Regolamento comunale sul procedimento amministrativo.
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni)

Quando presentare le dichiarazioni di inizio, variazione e cessazione pubblicità

La dichiarazione deve essere presentata prima di iniziare la pubblicità.
Deve essere presentata anche in caso di variazione della pubblicità che comporti la modificazione della superficie esposta o del tipo di pubblicità effettuato.
La cessazione della pubblicità deve essere comunicata entro il 30 aprile dell'anno di riferimento.
La dichiarazione della pubblicità annuale ha effetto anche per gli anni successivi, purché non si verifichino modificazione degli elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta.
La pubblicità si intende prorogata con il pagamento della relativa imposta effettuato entro il 30 aprile dell'anno di riferimento.

Come compilare le dichiarazioni di inizio , variazione e cessazione pubblicità

Le dichiarazioni, anche cumulative, possono essere compilate utilizzando i moduli allegati.


Come presentare le le dichiarazioni di inizio , variazione e cessazione pubblicità

Le dichiarazioni possono essere consegnate al Comune in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandole all'ufficio di riferimento, all'Ufficio Protocollo durante gli orari di apertura al pubblico;
- tramite fax;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- se firmata digitalmente, tramite posta elettronica “semplice” all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune, in questo caso non c’è garanzia di ricevimento;
- se firmata digitalmente, tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato.
Alla domanda dovrà essere comunque allegato il titolo autorizzatorio per la collocazione del mezzo pubblicitario.

Come si applica l'imposta comunale sulla pubblicità presupposto dell'imposta

Presupposto dell'imposta è la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile. (Ad esempio cartelli pubblicitari, messaggi commerciali anche se esposti sulle vetrine dei negozi ecc.)
Vengono assoggettati all'imposta i messaggi diffusi nell'esercizio di una attività economica.


Chi deve pagare l'imposta

E' tenuto al pagamento dell'imposta sulla pubblicità chi dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso.

Modalità di applicazione dell'imposta

L'imposta si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica nella quale è circoscritto il mezzo pubblicitario, indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti, secondo la seguente tariffa.
Le superfici inferiori a un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato.

per anno solare
Pubblicità ordinaria per mq 11,36
Pubblicità con autoveicoli pubblicitari 11,36
Pubblicità con veicoli adibiti a trasporti dell’azienda – con portata fino a 3000 Kg 49,57
Pubblicità con veicoli adibiti a trasporti dell’azienda – con portata superiore a 3000 Kg 74,36

Pagamento dell'imposta

Per la pubblicità ordinaria annuale o di durata superiore a tre mesi, per la pubblicità effettuata con veicoli e per quella effettuata con pannelli luminosi per conto proprio od altrui, l'imposta è annuale; negli altri casi il periodo di imposta è quello specificato nelle relative disposizioni.
Il pagamento dell'imposta deve essere effettuato mediante versamento a mezzo conto corrente postale n. 14936330 intestato al Comune, oppure direttamente presso la Tesoreria comunale specificando nella causale "imposta sulla pubblicità", con arrotondamento a un euro per difetto se la frazione non è superiore a cinquanta centesimi di euro o per eccesso se pari o superiore.
L'attestazione dell'avvenuto pagamento deve essere allegata alla prescritta dichiarazione.
Per la pubblicità relativa a periodi inferiori all'anno solare, l'imposta deve essere corrisposta in unica soluzione; per la pubblicità annuale l'imposta può essere corrisposta in rate trimestrali anticipate qualora sia di importo superiore ad euro 1.500.